Studiootto: uno spazio dove fare e stare bene

Prendi una fotografa, Ilaria Costanzo. Poi un operatore shiatsu, Luca Ronga. Mettili insieme sia nella vita che nel lavoro e da questa eterogenea quanto creativa unione prenderà vita lo Studiootto, un ambiente dalla duplice anima, finalizzato alla diffusione di un’idea globale di cultura del benessere. Un luogo fisico e mentale, dove coesistono attività e pratiche artistiche, corporee, culturali ed energetiche per il miglioramento della qualità di vita di ogni persona.

Lo spazio dello Studiootto

Attività proposte

Ogni mese, allo Studiootto, si organizzano attività come presentazione di libri, incontri, spettacoli, letture e una piccola rassegna di documentari. Dalle performance alle conferenze, dagli allestimenti fotografici, passando per le mostre, i 60 mq dello spazio sono pronti ad accogliere proposte legate al benessere psico-fisico ed eventi in linea con la filosofia dello Studiootto.

Cosa bolle in pentola per il mese di gennaio:

Le Guarattelle di Pulcinella

“Dal 4 al 6  è in programma uno spettacolo di teatro di figura dal titolo Le Guarattelle di Pulcinella di e con Luca (che è un bravissimo burattinaio!) che tramite dialoghi ricchi di giochi di parole, fraintendimenti e affermazioni assurde lo renderanno surreale e poetico (adatto ai bambini dai 4 anni in su).

Salotto Doc

Il 12 si prosegue con Salotto Doc, la rassegna di documentari organizzata in collaborazione con il Festival dei Popoli e CG Entertainment, dove sarà proiettato “Un altro me” di Claudio Casazza, il primo esperimento italiano di recupero per i responsabili di violenze sessuali. Nel film, il regista e un’equipe di psicologi, criminologi e terapeuti sono stati per un anno accanto a sei condannati per reati sessuali per capire chi sono, cosa pensano e le dinamiche di chi ha commesso tale crimine”.

“Dall’incontro delle nostre passioni è nato il desiderio di trovare un luogo che ci rappresentasse. Dopo una lunga ricerca, durata quasi due anni – racconta Ilaria – abbiamo trovato uno spazio che ci ha subito fatto sentire a casa”.

Informazioni: studioottofirenze@gmail.com
Via Aretina, 97/r

*Articolo uscito sulla rivista Lungarno, numero gennaio 2020.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: