Il “Cinema tascabile” viaggia per Firenze a bordo di un Volkswagen

A bordo dell’intramontabile modello Volkswagen Bulli torna “Cinema Tascabile”, il furgoncino che porta il cinema sotto casa nei quartieri periferici di Firenze. Fino all’11 agosto, 16 proiezioni a ingresso libero, un appuntamento a settimana nei quartieri 2, 3, 4, 5.

Con lo spirito di animare l’estate delle periferie con titoli d’autore, documentari e film a tema, viaggia oramai da 5 edizioni per diffondere il cinema nel Q2 a Villa Arrivabene, nel Q3 al giardino del Centro Sociale di Sorgane, nel Q4 a Ugnano in piazza della Crezia e nel Q5 in piazza Primo Maggio a Brozzi.

In programma ogni settimana un film in ognuno dei quattro quartieri con titoli della stagione o d’autore come le commedie francesi di maggior successo degli ultimi anni “La Famiglia Belier”  di Eric Lartigau, “L’Hotel degli amori smarriti” di Christophe Honoré, “Imprevisti Digitali” di Benoît Delépinee “Parlami di te” di Hervé Mimran con il grande attore Fabrice Luchini, che si lancia in voli verbali di una comicità quasi sperimentale.

Tre le serate omaggio ad agosto (8, 9, 10), impreziosite da ospiti e contributi musicali, per la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita di tre grandi intellettuali italiani: Pier Paolo Pasolini, Luciano Bianciardi e Margherita Hack. Nella serata dedicata a Pasolini si proietta l’episodio “La terra vista dalla luna” da Le Streghe, con Totò e Ninetto d’Avoli tratto dal racconto inedito “Il buro e la bura”. Prima del film Pasolini uno e trino, letture in musica con Lorenzo Degl’innocenti, Michelangelo Scandroglio e Stefano Marini (8/8 Q3 giardino di Sorgane). Per Luciano Bianciardi, scrittore, saggista e giornalista grossetano – nel cui lavoro si legge la militanza culturale, la ribellione verso l’establishment, e l’analisi dei costumi sociali – si proietta il film tratto dal suo capolavoro letterario “La vita agra” di Carlo Lizzani con uno straordinario Ugo Tognazzi (9/8 Q5).
Mentre si racconta Margherita Hack nel film-concerto dell’omonimo spettacolo, “L’anima della terra vista dalle stelle”, ideato e diretto da Francesco Magnelli. L’astrofisica incontra la cantante Ginevra Di Marco, senza filtri e senza alcuna impostazione artefatta, le autrici si presentano in tutta la loro spontaneità espressiva. Introducono la proiezione Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli e Andrea Salvadori (10/8 Q2).

Tra i titoli italiani:  “Figli” premiato ai David di Donatello, nato dalla penna tragicomica di Mattia Torre, con la coppia Mastandrea, Cortellesi (19/7 Q5); il nuovo “Beata Ignoranza oppure (Come un gatto in tangenziale – Ritorno)” secondo capitolo sulla storia d’amore “breve” come la vita di un gatto in tangenziale” fra Paola Cortellesi e Antonio Albanese (26/7 Q5); Toni Servillo e Antonio Albanese, tra gli altri, danno voce al film d’animazione “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, dall’indimenticabile opera di Dino Buzzati, una storia allegorica e poetica (27/7 Q2); infine “Il Tuttofare”, debutto alla regia di Valerio Attanasio, sceneggiatore di Smetto quando voglio”, che si ispira ai grandi capolavori della Commedia all’italiana e affida il ruolo principale a Sergio Castellitto (28/7 Q4).

Tra gli internazionali la commedia “The farewell – Una bugia buona” della regista Lulu Wang girata tra America e Cina (21/7 Q4); il documentario  “La fattoria dei nostri sogni”, la storia della coppia americana John e Molly Chester che ha lasciato la città per inseguire il sogno di avere una fattoria basata sull’agricoltura tradizionale (25/7 Q3); In viaggio verso un sogno commedia picaresca con protagonista Zack Gottsagen, un ragazzo con la sindrome di Down divenuto attore per l’occasione (3/8 Q2). Per i più piccoli il film Pixar “Coco” ambientato nel Dìa de Los Muertos (2/8 Q5) e il nuovissimo “Spirit – Il Ribelle” ispirato alla serie “Spirit: Avventure in libertà” (4/8 Q4).

Cinema Tascabile è un progetto di Teatro Puccini Associazione Culturale in collaborazione con  Associazione M.arte per Estate Fiorentina. Con il contributo di Publiacqua e Unicoop Firenze.
In collaborazione con Vintage Tours e Spazio Alfieri.

Info: proiezioni ore 21.30; ingresso libero; programma su teatropuccini.it – spazioalfieri.it estatefiorentina.it

Torna “Cinema nel chiostro” al Museo ‘900 con film d’essai, doc e biografie d’artista

Cinema, cinema e…ancora più cinema! Quando ho stilato l’elenco delle arene estive all’aperto ancora non se ne parlava e invece, eccolo tornato! Da mercoledì 20 luglio torna “Cinema nel chiostro”, l’arena estiva all’interno del Museo Novecento con film d’essai, documentari e vite d’artista. Per tutta l’estate fino al 6 settembre alle ore 21.30 i migliori film della stagione e uno speciale omaggio a Pasolini.

130 posti a sedere nello scenario dell’antico Spedale delle Leopoldine di Piazza Santa Maria Novella, sede del Museo Novecento che rinnova per il secondo anno consecutivo la collaborazione con Spazio Alfieri presentando per l’Estate Fiorentina un ricco calendario di proiezioni cinematografiche. “Con piacere rinnoviamo questa importante collaborazione per accrescere e ampliare l’offerta culturale e fornire al pubblico un’occasione per vivere lo spazio museale in modo diverso, all’insegna dell’interdisciplinarietà” – dichiara Sergio Risaliti, Direttore del Museo Novecento.

Dichiarazioni istituzionali a parte, veniamo al succo dell’offerta culturale. La programmazione cinematografica, a cura di Spazio Alfieri, comprende i migliori film d’autore della stagione, inizia mercoledì 20 luglio con “Nostalgia“, premiatissima pellicola di Mario Martone, tratto dal romanzo di Ermanno Rea con Pierfrancecso Favino. Si prosegue con “Alcarras – l’ultimo raccolto” della spagnola Carla Simón, vincitore dell’Orso d’oro alla Berlinale, “Belfast” di Kenneth Branagh ambientato nella tumultuosa fine degli anni ’60; “Licorice pizza” di Paul Thomas Anderson (che non mi vergogno a classificare come un film sull’interval training!) il finlandese “Scompartimento n.6” di Juho Kuosmanen, premiato dalla giuria di Cannes nel 2021, “Drive my Car”, vincitore agli Oscar come miglior film straniero. Tra i titoli italiani “Esterno Notte” di Marco Bellocchio, “Ennio” di Giuseppe Tornatore; “Le voci sole” di  Andrea Brusa e Marco Scotuzzi con Giovanni Storti (in provvisoria libera uscita dal trio Aldo Giovanni & Giacomo). E poi biografie d’artista nei documentari di David Bickerstaff su Van Gogh e i suoi Girasoli, il “Tintoretto, l’artista che uccise la pittura” di Erminio Perocco; il ritratto intimo e ironico del poeta statunitense Lawrence Ferlinghetti in  “Lawrence” di Giada Diano ed Elisa Polimeni, proiettato nella scorsa edizione del Festival dei Popoli. In anteprima il film “Fire of love” poetico documentario su una coppia di scienziati francesi, montato interamente con i loro filmati di viaggio alla ricerca di vulcani attivi negli anni ’70 e ’80.

Martedì 9 agosto la serata speciale dedicata a Pasolini inizierà con un’ intervista ad Ascanio Celestini, a cura del giornalista Stefano Fabbri, a cui seguirà la proiezione di Centoventi contro Novecento, documentario i Alessandro Scillitani e Alessandro Di Nuzzo. Una partita di calcio tra Bertolucci e Pasolini diventa l’espediente per confrontare diversi sguardi sulla vita e sull’Italia. Il 16 marzo del 1975 si gioca nel campo di calcio della Cittadella di Parma una partita di cui riportano notizie solo le cronache locali ma che, vista a più di 40 anni di distanza, assume un significato particolare per la storia non solo del cinema ma del mondo della cultura. Ad affrontarsi sono le troupe di due film che si stanno girando in contemporanea nella zona: Novecento e Salò o le 120 giornate di Sodoma. A fronteggiarsi ci sono due grandi del cinema: Bernardo Bertolucci e Pier Paolo Pasolini.

Ingresso: 8€ intero, 6€ ridotto soci Unicoop – abbonamento 25€ – 5 proiezioni.
Info e prevendite: www.spazioalfieri.it

Cosa fare a Firenze dal 15 al 17 luglio? Niente. E vi spiego il perché.

Questa settimana non sono riuscita a selezionare gli eventi del weekend. È forse morto qualcuno? No. Ci sono rimasta male? Sì e no, non mi piace lasciare le cose a metà. Possiamo comunque passarci su? Direi di sì.

La sfida odierna dell’essere performanti a tutti i costi non mi appartiene, così come non mi appartiene la Fomo, il dover fare a tutti i costi delle cose, con la paura di essere tagliati fuori, di perdersi qualcosa. No, grazie. Bisogna prendersi le giuste pause.

A causa di impegni precedenti, cose che si accumulano pre-ferie, visite che hai prenotato perché poi vai in ferie e urgenze sul lavoro, insomma- questo articolo – non si è potuto scrivere da sé e quindi vi toccherà sentirmi le prossime settimane. Poi sarò in un posto dove per fortuna non c’è segnale e magari riesco a fare #digitaldetox. Chissà.

Vi lascio però con una top 10 del lamento estivo, che magari siete d’accordo con me e vi trovate a condividere i vostri sentimenti d’astio verso la società e lo capirete – finalmente – che la socialità è sopravvalutata. Gnè gnè gnè.

Un abbraccino-ino-ino.

1️⃣L’abbronzatura a strisce sui piedi causa sandali.
2️⃣Il caldo.
3️⃣Sudare.
4️⃣L’aria condizionata sparata a circolo polare artico in qualsivoglia negozio.
5️⃣Ammalarsi a causa dei punti 2, 3 e 4.
6️⃣Quelli che vanno in due in monopattino e si vede che porca troia non c’è verso, è illegale ed è rischioso.
7️⃣Quelli che sputano a terra.
8️⃣Quelli che tengono accesa l’aria fermi nel parcheggio magari ascoltando un vocale. Odio puro.
9️⃣I discorsi insulsi degli anziani ma anche dei meno anziani alle Poste Italiane.
🔟La velocità degli sportelli alle Poste Italiane. Ironic
🎁Bonus track: parcheggiare alle Cure (non mi comprerò mai una macchina. MAI. MAI. MAI)


Foto credits © Mike Nguyen.

Firenze, cosa fare nel weekend dall’8 al 10 luglio

Ve lo dico, inizia a diventare molto difficile star dietro alla mole di eventi che si susseguono in città. Per fortuna ho ufficialmente iniziato countdown alle ferie. A fine luglio saluto la curva, spengo il telefono, butto il computer in acqua e mi dedico alla mia estate di digital detox, o forse no?

Ultravox Market all’anfiteatro delle Cascine

Sabato 9 e domenica 10 Wonderful Market in collaborazione con Visarno Market tornano in pista in una location temporanea all’interno dello spazio Ultravox Firenze, sullo sfondo dell’ anfiteatro delle Cascine per dare vita a Ultravox Market con handmade & vintage market tutto da scoprire. Faranno da cornice attività per bambini e tanta musica con live e dj set. Come sempre, sarà presente un’ampia selezione di espositori: dal modernariato alle illustrazioni, dai vinili al design. Dalle 18 a mezzanotte a ingresso gratuito. Info: Anfiteatro della Cascina Ernesto de Pascale, via Del Pegaso, 3.

Photo credit © Visarno Market

Cinema sotto le stelle in vari luoghi della città

Per chi avesse voglia di guardare un film all’aperto, qui ho realizzato una mini mappa delle arene fiorentine con le loro rassegne. Dal piazzale degli Uffizi alla Manifattura Tabacchi, da Villa Bardini a Chiardiluna passando per tanti angolini dimenticati d’inverno e riscoperti d’estate e qualche tappa leggermente fuori porta (ci sono anche Scandicci, Serpiolle, l’Antella e Castello). Alcuni gratuiti, altri a pagamento. Spulciatela per bene!

Cinema in Villa © Villa Bardini

La mostra di Skim a Palazzo Medici Riccardi

Avete tempo fino al 26 settembre per visitare “Genesi – L’armonia del Kaos”, la nuova mostra personale di Francesco Forconi, in arte SKIM alla Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi. Curata da Simone Teschioni Gallo la personale dell’artista proveniente dal mondo dei graffiti e della street art è divisa in sezioni tematiche, a partire dai primissimi disegni che ne hanno segnato l’esordio fino alle opere più note. Da personaggi ritratti come arcimboldi moderni a omaggi ai grandi maestri della pittura. Un’immersione totale nel mare nella creatività in cui forme e colori insieme a piccole barchette, lettere, pennelli, matite e musica proiettano in una dimensione immaginaria in cui le figure varcano il limite fisico dalla tela e prendono vita. A completare la mostra, due installazioni site-specific: un pianoforte che potrà essere suonato dai visitatori a loro piacimento, e un muro realizzato con la tecnica dei graffiti, collocato vicino alla targa in memoria delle vittime della deportazione della seconda guerra mondiale. Info: apertura dal lunedì alla domenica (chiuso il mercoledì) dalle 10.00 alle 19.00.

Photo credits © Skim

Aperitivino?

Ho iniziato una collaborazione con il sito 2night e condivido con voi questo articolo che ho scritto, in cui racconto degli aperitivi nei dehors a Firenze. Vi porto a fare un giro nei locali che ho frequentato di recente in un percorso ad hoc che si snoda da piazza Repubblica, passando per Santa Maria Novella fino in piazza della della Signoria. Enjoy!

Photo credits © Cafè Rivoire

Visita guidata in notturna al Museo Bardini 

Al Museo Bardini, il 10 luglio (alle 20 e alle 21.30), è in programma “Antiche armonie” una visita sui generis tra urne, ritratti, sarcofagi e arredi monumentali in cui la narrazione all’interno degli spazi che un tempo futuro lo “show-room” dell’antiquario Stefano Bardini sarà accompagnata da un’esecuzione musicale ispirata alle collezioni. Info: Museo Stefano Bardini, via dei Renai 37; durata: 1 ora e 15. Costi: €2,50 (residenti Città Metropolitana di Firenze) e €5,00 (non residenti Città Metropolitana di Firenze) oltre al biglietto di ingresso del museo. La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: 055-2768224 info@musefirenze.it

Photo credit © Muse Firenze, Museo del Bargello

Anche per questa settimana è tutto. Alla prossima!

Cinema all’aperto a Firenze. Dove, come, quando.

Che la magia del cinema sotto le stelle sia una garanzia lo sanno tutti. Non tutti sanno però qual è l’offerta aperta al pubblico a Firenze. Il cinema d’estate diventa occasione importante per rivedere classici del passato o perché no? – recuperare campioni di incassi che ci erano sfuggiti mentre eravamo in letargo, questo inverno. Ho realizzato una mini mappa delle arene pop-up fiorentine: dal piazzale degli Uffizi alla Manifattura Tabacchi, da Villa Bardini a Chiardiluna passando per tanti angolini dimenticati d’inverno e riscoperti d’estate, e qualche tappa fuori porta. Alcuni gratuiti, altri a pagamento. Let’s go!

Cinema in Villa a Villa Bardini

Che fatica arrivare in cima a Villa Bardini! Ma non ve ne pentirete visto che godrete di una vista paz-ze-sca! Il nostro itinerario parte proprio da una delle terrazze panoramica più suggestive della città. Fino al 21 agosto Villa Bardini ospiterà la terza edizione della rassegna “Cinema in villa” con un programma che spazia dai grandi successi della stagione cinematografica, ai classici senza tempo fino alle pellicole per tutta la famiglia. La programmazione è curata dalla Fondazione Stensen e si articola in aree tematiche.  “Cinema e Letteratura”  in collaborazione con il festival “La città dei Lettori” che propone Drive My Car (16 luglio) e La figlia oscura di Maggie Gyllenhaal (17 luglio), dal libro di Elena Ferrante. Il cineforum, in collaborazione con il Centro Psicoanalitico di Firenze, ogni lunedì, andranno in scena titoli come Nostalgia di Mario Martone (11 luglio) e Un figlio  di Mehdi Barsaoui (18 luglio), L’arminuta tratto dall’omonimo libro (25 luglio).  Omaggi a Fellini (La Dolce vita l’8 luglio e Otto e mezzo il 29 luglio), a Pier Paolo Pasolini con Mamma Roma 15 luglio) e Ennio Morricone di cui si presenta sia il pluripremiato documentario Ennio, 12 e 15 luglio, sia alcuni film da lui musicati (Uccellacci e uccellini di Pasolini 3 agosto, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” di Petri il 12 agosto). E poi i successi di stagione come È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, 31 luglio. Gran parte dei film italiani sarà proposta con sottotitoli in inglese, non mancano le pellicole in original sound, in diverse lingue, con sottotitoli in italiano. Info: Costa San Giorgio, 2. Ingresso 5€, eccetto il giovedì per famiglie che è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Biglietti disponibili alla cassa di Villa Bardini e in prevendita sul sito www.cinemainvilla.it. Le proiezioni iniziano alle 21.15.

Cinema in Villa © Villa Bardini

Apriti cinema nel Piazzale degli Uffizi

Il plus che offre Apriti Cinema, l’arena cinematografica nel piazzale degli Uffizi, è la sua gratuità. L’iniziativa, che quest’anno soffia su 10 candeline, fino al 7 agosto, proporrà al pubblico cittadino e straniero un film in lingua originale (con i sottotitoli in italiano e in alcuni casi anche in inglese) selezionato dai principali festival fiorentini. Sono 200 posti a sedere ma “non temete!” assicura il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, per chi arriva più tardi, c’è sempre la possibilità di sedersi sui gradoni del loggiato. Info: piazzale degli Uffizi. Ingresso ogni sera alle 21.45, con accesso libero fino ad esaurimento posti. Tutto il programma è consultabile qui

Photo credit © Apriti Cinema

“Non solo cinema” alla Manifattura Tabacchi

Un’arena da dove potrete guardare i film anche comodamente appollaiati su lettini mare è quella in piazza dell’Orologio alla Manifattura Tabacchi. 20 lettini e sdraio griffati “Ultima spiaggia” a disposizione del pubblico che li vorrà usare per un’esperienza di visione differente. E sappiate che se vi cala la palpebra…nessuno vi giudicherà! Da grandi successi a riscoperte del passato, la programmazione è curata dalla Fondazione Stensen, trovate l’articolo di approfondimento quiInfo: via delle Cascine, 35. Biglietti: intero 6€; ridotto 4€ (con circuito Firenze al Cinema, Polimoda, Accademia di Belle Arti, Card Residenti di Manifattura Tabacchi). Prevendite alla cassa in Manifattura ogni giorno dalle 19:30. Per ulteriori informazioni cliccate qui.

Photo credit © Fondazione Stensen

Cinema nel chiostro al Museo Novecento

Da mercoledì 20 luglio torna “Cinema nel chiostro”, l’arena estiva all’interno del Museo Novecento con film d’essai, documentari e vite d’artista. Per tutta l’estate fino al 6 settembre alle ore 21.30 i migliori film della stagione e uno speciale omaggio a Pasolini. 130 posti a sedere nello scenario dell’antico Spedale delle Leopoldine di Piazza Santa Maria Novella, sede del Museo Novecento che rinnova per il secondo anno consecutivo la collaborazione con Spazio Alfieri. Trovate l’articolo di approfondimento qui. Ingresso: 8€ intero, 6€ ridotto soci Unicoop – abbonamento 25€ – 5 proiezioni. Info e prevendite: www.spazioalfieri.it

Photo credit © Museo Novecento

L’arena estival al cinema Castello

Siamo a Firenze Nord, siamo fuori da un circolino Arci, in un posto sincero. Siamo all’arena del cinema Castello. Dove il prezzo del biglietto è popolare e la programmazione? Pure. In caso di pioggia, la proiezione viene spostata al coperto, nella sala interna. In programma per il mese di luglio: Gli amori di Suzanna Andler di Benoît Jacquot martedì 5 mercoledì 6; Porcile di Pier Paolo Pasolini giovedì 7; Nostalgia di Mario Martone venerdì 8 e sabato 9; Alcarràs di Carla Simón domenica 10 e lunedì 11; Jazz noir di Rolf Van Ejik martedì 12 e mercoledì 13; Appunti per un’orestiade africana di Pier Paolo Pasolini giovedì 14; Finale a sorpresa di Mariano Cohn, Gastón Duprat venerdì 15 e sabato 16; Leonora addio di Paolo Taviani domenica 17 e lunedì 18, Jane by Charlotte di Charlotte Gainsbourg martedì 19 e mercoledì 20; Il Decameron di Pier Paolo Pasolini giovedì 21; I tuttofare di Neus Ballús venerdì 22 e sabato 23; Mistero a Saint Tropez di Nicolas Benamou domenica 24 e lunedì 25; Come prima di Tommy Weber martedì 26 e mercoledì 27; I racconti di Canterbury di Pier Paolo Pasolini giovedì 28. Info: via Reginaldo Giuliani, 374. Biglietti: 5€ (ridotto 4 euro tutti i giorni per Agis, Arci, anziani, studenti e ragazzi). Inizio proiezione ore 21.30. Il loro sito è qui.

Photo credits © Cinema Castello

Esterno Notte, il cinema alla piscina del Poggetto

Siamo a Rifredi, negli spazi esterni dell’Auditorium Flog, dove si riaccende il proiettore dell’arena estiva del Poggetto, dal titolo “Esterno Notte”. In programma, che durerà fino ai primi di settembre, le migliori pellicole uscite nella passata stagione e anche qualche anteprima. Per citare qualche titolo: Finale a sorpresa (5 luglio); Nostalgia (09 luglio); House of Gucci (10 luglio); Ennio” (15 luglio); Spencer (20 luglio); Il capo perfetto (28 luglio); Belfast (29 luglio) e Elvis (30 luglio). Personalmente adoro che non si siano “piegati” alla modernità della user experience con scrolling verticale. Non so se avete notato l’iniezione di anni ’90 aprendo la pagina del loro sito. Chapeau. Info: via Michele Mercati 24/b. Inizio proiezioni ore 21.30. Il biglietto intero di “Esterno notte” costa 6€; ridotto (per chi ha la tessera Firenze al Cinema e per i soci Flog) 5€.

“Nuovo Cinema Universale d’essai” al Conventino

Per l’estate 2022 il Conventino Caffè Letterario sceglie di omaggiare il Cinema Universaleuno dei primi cinema aperti nel dopoguerra a Firenze, dove le persone entravano al costo di poche lire e sognavano sulle pellicole della vecchia Hollywood. Ecco che il chiostro del Conventino, con un video proiettore, si trasforma in una sala a cielo aperto e direttamente dalle locandine originali vengono fuori titoli come “Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere)” di Woody Allen; Un uomo da marciapiede (Midnight Cowboy) di John Schlesinger; Serpico di Sidney Lumet; Harold e Maude (Harold and Maude) di Hal Ashby; Gli intoccabili di Brian De Palma; Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli; Toro scatenato di Martin Scorsese;  The Blues Brothers di John Landis;  Il Pap’occhio di Renzo Arbore; Il marchese del Grillo di Mario Monicelli; Jesus Christ Superstar di Andrew Lloyd Webber; 4 mosche di velluto grigio di Dario Argento; Sbatti il mostro in prima pagina di Marco Bellocchio; Rocky horror picture show di Jim Sharman; Il pianeta delle scimmie di Pierre Boulle; I racconti di Canterbury di Pier Paolo Pasolini; Il fantasma del palcoscenico di Brian de Palma. Appuntamenti fino al 2 settembre. Info: via Giano della Bella, 20 a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Consulta il programma qui.

Photo credit © Conventino Caffé Letterario Arte

Chiardiluna, il cinema in Oltrarno

Intimo, fresco e accogliente. Tre aggettivi che descrivono bene quest’arena storica e dal sabor retrò, in zona Oltrarno. In programma per il mese di luglio titoli degli ultimi mesi e qualche film d’essai. Venerdì 1 luglio – Nostalgia; sabato 2  luglio – Scompartimento n° 6, in viaggio con il destino; domenica 3 luglio – Elvis (biglietto intero 7,50 euro; ridotto 5,50 euro), lunedì 4 luglio – Elvis, martedì 5 luglio – Belfast, mercoledì 6 luglio – 7 donne e un mistero, giovedì 7 luglio – Tre piani, venerdì 8 luglio – Ennio, sabato 9 luglio – Il ritratto del Duca, domenica 10 luglio – Top Gun: Maverick, lunedì 11 luglio – Qui rido io, martedì 12 luglio – Corro da te, mercoledì 13 luglio  – Downtown Abbey II – Una nuova era, sabato 16 luglio – Il sesso degli angeli, domenica 17 luglio – Assassinio sul Nilo, lunedì 18 luglio – Settembre, martedì 19 luglio – Toilet (presente nell’arena il regista e attore Gabriele Pignotta), mercoledì 20 luglio – House of Gucci, giovedì 21 luglio – Una famiglia vincente, King Richard, venerdì 22 luglio – Top Gun: Maverick, sabato 23 luglio – Scompartimento n° 6, in viaggio con il destino, domenica 24 luglio – Il capo perfetto, lunedì 25 luglio – Ennio, martedì 26 luglio – Madres Paralelas, mercoledì 27 luglio – Finale a sorpresa. Info: via Monte Oliveto angolo viale Aleardi. Prezzi dei biglietti: 6€, 5€ ridotto, riduzioni con tessera Firenze al cinema. Biglietti online qui.

Photo credit © Chiardiluna

Light – Giardini di Marte

Arrivato alla sua sesta stagione, il Light, nello spot verde dei giardini di Campo di Marte, è il luogo ideale per passare le sere d’estate facendo aperitivo, mangiando un hamburger, una pizza e…magari ci scappa anche un cinemino! Ogni domenica al Light c’è Il Cinema di Marte con proposte tra fiction e documentari. In cartellone per il mese di luglio una cotta per la commedia toscana con: “Berlinguer ti voglio bene” 3 luglio; “Non ci resta che piangere” 10 luglio; un film in collaborazione con l’ass. CinematograFica il 17 luglio; “Benvenuti in casa Gori” 24 luglio e “Caruso Pascoski (di padre polacco)” il 31 luglio. Info: viale Manfredo Fanti, 1. Ingresso ore 21. 15, gratuito.

Photo credit © Light

Off Bar – Lago dei Cigni

Sulle sponde del Lago dei Cigni in Fortezza da Basso si riaccendono le luci dell’Off Bar, un’area verde relativamente ampia per poter sfuggire al caldo soffocante, che quest’anno si arricchisce di nuovi spazi food: gli hamburger di Melloo; le specialità tailandesi di takethaifirenze e infine la pizza della pizzeria “I Camaldoli”. Ogni lunedì ci sono in programma gli eventi proposti da Off Cinema. Non ci sono delle vere e proprie poltroncine ma le classiche sedie da giardino Ikea del bar, famose per la loro scomodità oppure il prato circostante. La proposta dei film è sempre molto valida. Info: piazzale Oriana Fallaci, ingresso libero. 

Photo credit © Off Bar

Tra gli assenti di questa stagione c’è l’Arena di Marte al Nelson Mandela Forum (foto di copertina). Invece, non proprio in centro ma pur sempre a Firenze, segnalo:

Sdraiv in –  il cinema nel bosco

Una sedia sdraio, il fresco del bosco e un film. Queste le premesse dell’estate di Green Philosophy, l’associazione che organizza Sdraiv in –  il cinema nel bosco, nel verde ombroso di Poggio Valicaia sulle colline di Scandicci. Fino al 4 settembre con una programmazione che accontenta tutti: nonni, nipoti, giovani e adulti. Di solito le proiezioni sono precedute da una cena a tema: venerdì pesce, sabato film cult, domenica pizzata e film adatto a tutta la famiglia. Info: via della Poggiona, 6 a Scandicci. La partecipazione alle serate è riservata ai soci dell’associazione, la tessera annuale costa 2€ e può essere fatta sul posto. Il costo della cena varia in base alla serata, il programma completo delle proiezioni lo trovate qui.

Sdraiv-in photo credit © Antonio Viscido

Carrozza 10, il cinema all’aperto a l’ Antella

Leggermente fuori Firenze e più precisamente a l’Antella c’è Carrozza 10, il vagone della vedova Begbick, uno spazio artistico collettivo, curioso e particolare con un programma dal titolo “Cinema in Carrozza” curato da Andrea Campinoti che prevede un film ogni mercoledì.  A luglio in programma The Farewell mercoledì 13 luglio;  Torna a casa Jimi! di Marios Piperides mercoledì 20 luglio; Easy – Un viaggio facile facile di Andrea Magnai mercoledì 27 luglio; Amour di Michel Haneke mercoledì 3 agosto. Info: via Montisoni 12, Bagno a Ripoli. Ore 19.30 cocktail, ore 21.30 spettacolo. Biglietto intero 7€ , ridotto per soci Coop Firenze 6€. Per maggiori info cliccate qui.

Photo credit © pagina FB di Carrozza 10, il vagone della vedova Begbick

Cinema sotto le stelle a Serpiolle

Seggioline rosse e un maxi-schermo allestito nel campetto di calcio. Siamo al circolino Arci dove ogni giovedì alle 21.30 il cinema serpiollese al fresco vi aspetta per far vivere i successi cinematografici dell’anno passato.. e non solo! In programma per il mese di luglio: Diabolik il 7; Il capo perfetto il 14; Una famiglia vincente il 21 e Freaks Out il 28 luglio. Per mangiare e bere c’è la Birreria Bei Bei, gestita dai volontari del circolo. Info: via delle Masse, 38. L’ ingresso è libero con la tessera. L’entrata al Circolo e quindi all’Arena estiva è riservata esclusivamente ai soci ARCI/UISP; è possibile fare sul posto al costo di 6€. Per maggiori info, cliccate qui.

Photo credit © circolo Arci Serpiolle

Arena Giardino del cinema Grotta

Il cinema di Sesto Fiorentino con 4 sale interne per l’inverno e un ampio giardino con un maxi-schermo che accoglie le proiezioni estive. Info: via Gramsci 387. Biglietti: 6€ intero, ridotto 5€ (prime visioni 8€, ridotto 6€). Orario di inizio proiezione: 21.30. Il programma completo lo trovate  qui.

Cinema al Teatro Romano di Fiesole

L’ Estate Fiesolana compie 75 anni e continua a portarli bene se consideriamo il ricco programma che offre, che spazia tra musica, teatro e cinema. Quest’ultima sezione è ben rappresentato all’interno del festival a partire dal prestigioso Premio Fiesole ai Maestri del Cinema (sabato 16 luglio con la proiezione di “Una separazione” del regista premio Oscar iraniano Asghar Farhādi, che sarà presente) e la rassegna Il cinema sotto le stelle curata dalla Fondazione Stensen, in visione per due settimane (dal 5 al 21 agosto). Info: Via Portigiani, 1, Fiesole. Qui trovate tutto il programma in pdf.

Photo credit © Estate Fiesolana

Il mio tour tra le arene estive a Firenze e dintorni termina qui. Qual è lavostra preferita?

Firenze, cosa fare nel weekend dal 1 al 3 luglio

Il problema non è che ora il termometro segna 42 gradi. Il problema è che ci sono ancora luglio e agosto da affrontare. Come? Non si sa. Ma per chi rimane in città ecco qualche idea per sopravvivere.  E ricordate sempre: crema solare e bottiglia d’acqua prêt-à-porter. 

La musica di Lattexplus

Un festival musicale che non ha bisogno di presentazioni. Punto di riferimento nella club culture italiana Lattexplus, edizione “Reloaded”,  inaugura giovedì 30 giugno al giardino Ex-Kontiki (Lungarno Aldo Moro). La giornata di debutto sarà a ingresso libero con registrazione (all’indirizzo https://bit.ly/LPF22_DAY1) e vedrà la presenza della Mauskovic Dance Band, gruppo rivelazione della scena indie-tropical europea, spesso accostati ai Nu Genea (inizio concerto ore 21.00). Prosegue venerdì 1 luglio alla Manifattura Tabacchi con la presentazione del libro “L’elettronica è donna. Media, corpi e pratiche transfemministe e queer”; la proiezione del documentario “Sisters with transistor” e la performance musicale live a cura di Alina Kalancea.  Sabato 2 luglio presso Giardino Ex Kontiki, in programma Speaking Minds, Barbara Boeing, Paquita Gordon e in chiusura Marcellus Pittman e Palms Trax. Info e biglietti: https://www.lattexplus.com 

Paquita Gordon – photo credits © Lattex Plus

La Vintage Selection alla Fortezza da Basso

Edizione numero 38 per la fiera vintage più instagrammata di Firenze, che torna fino al 1 luglio in Fortezza da Basso, al Padiglione delle Ghiaia. La nuova edizione di Vintage Selection si lega al tema dello Spazio Ricerca di Pitti Filati, Intothewild: il tema ripercorre la linea temporale dell’evoluzione umana per lanciarsi alla ricerca di un futuro primitivo segnato dal senso del fluido, dell’incontaminato e della (ri)scoperta. Porte aperte non solo agli addetti del settore ma a tutti gli appassionati. Tutte le informazioni qui.

Photo credits © Vintage Selection

Il cinema all’aperto in vari spazi

Le arene estive segnano – secondo molti punti di vista – una rivincita del cinema e dell’avvicinamento tra pubblico, ancora un po’ impaurito da ambienti chiusi e Covid e programmazione cinematografica. Proprio questa settimana hanno inaugurato Apriti Cinema, lo spazio nel piazzale degli Uffizi, di cui vi avevo parlato qui che propone film proposti dai festival fiorentini a vocazione internazionale a ingresso gratuito; e Non solo cinema in Manifattura, il cartellone firmato dalla Fondazione Stensen, di cui avevo scritto qui. Biglietti intero 6€; ridotto 4€. Domenica 3 luglio segnalo anche “Berlinguer ti voglio bene” in programma al Light – Giardini di Marte, ore 21. 15 a ingresso gratuito. Piano piano si ritorna a quell’esperienza collettiva, condivisa e spensierata quale è quella del cinema. Che bello!

Photo credits © Light Firenze

Le piazze dei libri

Firenze diventa capitale dei libri dal 1 al 10 luglio grazie a “Le Piazze dei libri”. Oltre 50 gli appuntamenti previsti tutti a ingresso gratuito in cui saranno coinvolte diverse librerie e location in città: laFeltrinelli sarà in piazza della Repubblica, Giunti al punto in piazza Strozzi, Libraccio in via dei Cerretani (nei pressi di piazza Duomo), mentre piazza Santa Maria Novella unirà più librerie storiche della città, diventando un aggregatore per gli amanti della lettura. Ci sarà spazio per le librerie Florida, Leggermente, Alfani, Farollo e Falpalà, Todo Modo, Alzaia, Gioberti, Mucho Mojo, Menabò, Via Laura, oltre a due eventi gestiti dalla Città dei lettori. Dal 1 al 10 luglio apriranno gli stand di vendita nelle quattro ‘piazze’ mentre dal 5 al 10 luglio ogni piazza avrà il suo salotto letterario: qui saranno organizzate presentazioni dei libri dalle ore 18 alle 21, con ospiti vari. Il programma completo lo trovate sul sito www.estatefiorentina.it

Musei gratuiti con la domenica metropolitana

Domenica 3 luglio torna la domenica metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze hanno la possibilità di fruire dei musei cittadini in forma gratuita. Tra le proposte, visite al Forte di Belvedere, dove sono state da poco inaugurate due mostre dedicate alle artiste che si sono distinte nel campo della fotografia e del video, con materiali di archivio e nuove produzioni: Play It Again, la personale di Rä di Martino e Fotografe! Ritornano anche le visite alla Torre San Niccolò dove si può ammirare una vista incantevole su tutta la città di Firenze. Al Museo Novecento sono in corso le mostre temporanee dedicate a Filippo De Pisis, Giulio Paolini e Luca Vitone – e l’ultima da poco inaugurata: Corrado Cagli. Artista Copernicano. Continuano le visite al complesso delle Murate, con l’esposizione di Ana Vujovic, e ancora in Palazzo Medici Riccardi, dove è in corso la mostra su Oscar Ghiglia. Sarà inoltre possibile partecipare alle visite presso Palazzo Vecchio, al Museo Stefano Bardini e in Santa Maria Novella e in Cappella Brancacci, in Santa Maria del Carmine, dove straordinariamente si può accedere ai ponteggi allestiti per gli interventi di diagnostica e restauro. Tutte le info qui: Muse Firenze; mail: info@musefirenze.it – tel. 055 2768224

Photo credits © Muse Firenze

Nuova apertura Oasi Parterre

Due giorni fa ha inaugurato un nuovo spazio in zona piazza Libertà. Giovanni Fittante, sulla scia del successo di Villa Vittoria, ha ideato Oasi Parterre, che a quanto pare si configura come un luogo dove non c’è solo musica tunz-tunz ma includerà nella sua offerta culturale anche presentazioni di libri, incontri di poesia e focus sul cinema. Il tutto accompagnato da cocktail e street-food. Presenti all’appello l’asian fusion di FirenZen e i fritti del ristorante Hortus. Lo spazio sarà aperto tutti i giorni dalle 18.00 alle 1.30. Il calendario delle attività in programma è consultabile sui loro social.

Photo credits © Oasi Parterre

Se avete eventi da segnalarmi scrivetemi pure alla mail: hello.lamentina@gmail.com. Ci vediamo la prossima settimana!

Firenze dall’alto, per scoprire la città da inediti punti di vista

Firenze da un’ altra prospettiva? Si può fare! Giunge alla sua terza edizione Firenze dall’alto, la rassegna che racconta la città attraverso inediti punti di vista, dalle vette di luoghi incredibili. 10 incontri al tramonto, 10 punti di vista, 10 esperienze di fruizione culturale con concerti, talk, performance e visite guidate. Il tutto legato dal racconto stratigrafico di Firenze, dal 30 giugno al 22 settembre.

Alle già consolidate location quali Palazzo della Borsa, la Limonaia di Villa Strozzi, il Giardino delle Rose, l’Osservatorio Astronomico di Arcetri, Villa Bardini, Torre della Zecca e Forte di Belvedere, tra le novità di questa edizione, si aggiungono le terrazze panoramiche di Hotel Machiavelli, View On Art e Glance Hotel.

Appuntamento ogni giovedì da un punto panoramico della città in compagnia di un ospite diverso. In questa edizione sono state coinvolte personalità fiorentine e non, per dare un giusto mix di visioni da insider e outsider, mentre si osserva la città dall’alto, ai piedi dei tetti o verso l’orizzonte. Scopriamo insieme il programma:

Giovedì 30 giugno sarà la terrazza del Palazzo della Borsa a fare da sfondo al racconto degli archeologi e delle guide turistiche specializzate di Cooperativa Archeologia. La sommità del Palazzo è infatti arricchita da due meravigliose terrazze, con vista a 360 gradi su tutto il centro storico di Firenze e sulle colline circostanti: da qui il pubblico potrà godere di un inedito punto di vista sul cuore della città. Il Palazzo sorge in un’area ricca di storia, dove in epoca medievale si trovava l’antico Tiratoio della Trave, gestito dall’Arte della Lana, e dove nel 1770 il Granduca Pietro Leopoldo II istituì la prima Camera di Commercio in Italia, come superamento delle vecchie corporazioni (inizio ore 19 – ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o  allo 055 5520407).

Le poesie di Emidio Paolucci, interpretate da Pierpaolo Capovilla, con le musiche di Paki Zennaro e le illustrazioni di Andrea Chiesi saranno protagoniste giovedì 7 luglio alla terrazza dell’Hotel Machiavelli con “Finché galera non ci separi”: un reading che ha l’ambizione di farsi vero e proprio teatro. Da una parte un libro contenente la seconda raccolta poetica di Emidio Paolucci, ergastolano detenuto nel carcere di Pescara. Dall’altra un disco con 18 letture appassionate, melanconiche, sofferte e sofferenti, ironiche, colleriche, spiazzanti.  Le musiche originali di Paki Zennaro conferiscono al lavoro le sembianze di un vero e proprio album musicale (inizio ore 19 – ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a https://bit.ly/PrenotazioniFialtoCapovilla).

Con Psychodonna Rachele Bastreghi ci guida alla scoperta del suo omonimo disco. Giovedì 14 luglio nel teatro della Limonaia di Villa Strozzi porta in scena il racconto di un viaggio interiore, “un rifugio buio che cerca il sole”. Il titolo esprime la personalità sfaccettata e apparentemente contrastante della cantautrice, che con queste canzoni compie una vera e propria presa di coscienza attraverso quello che lei stessa definisce “un volo intimo e faticosamente libero” nella dimensione femminile. “Psychodonna è una donna che vive di contrasti, di mondi opposti che si attraggono, che lotta per fare pace con sé stessa ed essere libera. Questo album è il diario intimo in cui trova il coraggio di mettersi a nudo, di dare spazio alle tante sfaccettature che la abitano e trovare, in qualche modo, il suo equilibrio. È un viaggio introspettivo, faticoso e a volte spietato ma con uno slancio positivo e speranzoso. È un disco che nasce in acque profonde ma dai fondali cerca il sole” (inizio ore 19 – ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria – info: firenzedallalto1@gmail.com).

Giovedì 21 luglio appuntamento al Glance Hotel. Dalla terrazza panoramica situata sulla sommità dell’edificio lo sguardo spazia dalla collina di Fiesole a Bellosguardo, fino alle colline sopra Sesto Fiorentino e Monte Morello. Situato nel cuore di Firenze nei pressi del Mercato Centrale di San Lorenzo, l’Hotel Glance restituisce alla città l’edificio progettato dal noto architetto Italo Gamberini nei primi anni ‘50. È uno dei migliori esempi di hotel di design a Firenze: merito delle sapienti scelte architettoniche e stilistiche operate nel corso degli anni, partendo proprio dalle origini dell’edificio che oggi ospita l’albergo. L’ hotel infatti è collocato in uno storico palazzo costruito nel corso del 1957 su un progetto del noto architetto Italo Gamberini, autore tra gli altri del progetto del fabbricato viaggiatori della Stazione di Firenze Santa Maria Novella, della Sede regionale della RAI di Firenze, dell’Archivio di Stato di Firenze, del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato. L’edificio è uno dei migliori esempi di inserimento di un’architettura moderna in un contesto storico (inizio ore 19 – ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o  allo 055 5520407).

Giovedì 28 luglio Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli si raccontano e cantano al Giardino delle Rose. Un pianoforte e due voci, aneddoti, racconti, retroscena e canzoni per ripercorrere le tappe di una vita.La narrazione comincia dalla storia di “Epica Etica Etnica Pathos” (l’ultimo album in studio dei CCCP), passa attraverso il racconto degli anni con i CSI (Consorzio Suonatori Indipendenti), arriva a “Stazioni Lunari”, una ricerca musicale volta a riscoprire i pezzi della tradizione popolare, e agli incontri con Margherita Hack e Luis Seplúveda. Un lungo viaggio di parole e musica da condividere con il pubblico nella disposizione d’animo più generosa, aperta e confidenziale (inizio ore 19 – ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria – info: firenzedallalto1@gmail.com).

Firenze dall’alto 2021 al Giardino delle Rose – photo credits © Giovanni Savi

A fine agosto, giovedì 25, la visita guidata di Cooperativa Archeologia ci porta fino al Colle di Arcetri e alla terrazza dell’Osservatorio Astronomico, passando per una serie di notevoli testimonianze storico artistiche. L’origine del nome è “Arcis veteris”, in ricordo di un’antica fortificazione. La zona è piena di ricordi che richiamano alla mente personaggi come Galileo, scrutatore dell’universo e Michelangelo, che si adoperò ad innalzare le mura per difendere Firenze dall’assedio posto nel 1529 dalle truppe imperiali. La passeggiata inizia dal Piazzale del Poggio Imperiale, la villa che fu residenza di re e imperatori. Si potranno ammirare splendide ville, circondate da cipressi, stupendi panorami verso la vallata, l’Osservatorio di Arcetri, antiche torri e case coloniche sparse sulle collinette, in un continuo contatto con la natura. Gli occhi potranno contemplare nel silenzio la bellezza di un paesaggio senza pari (inizio ore 19 – ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o  allo 055 5520407).

La Torre della Zecca, ubicata in Piazza Piave, nasconde moltissime storie e moltissimi segreti. La sua presenza ci parla di un tempo lontano, un tempo in cui la città intera era fortificata, da mura lunghissime e possenti. Le mura, costellate di torri e porte, abbracciavano il cuore di Firenze e continuavano idealmente anche sul fiume. La Torre della Zecca – come sarà possibile scoprire giovedì 1 settembre nel penultimo appuntamento curato da Cooperativa Archeologia – è infatti una delle poche testimonianze rimaste della trecentesca cinta muraria di Firenze ed era in origine parte di un edificio più grande, un piccolo forte. Oltre al ruolo difensivo, come testimoniato dal nome, la Torre soddisfaceva altre funzioni. Era infatti il luogo fisico in cui veniva prodotta la ricchezza di Firenze: qui venivano coniate le monete e in particolare il fiorino d’oro, sfruttando la forza dell’Arno. Risparmiata dalle distruzioni portate avanti per Firenze Capitale, la Torre oggi si erge come un gigante intrappolato nel traffico, ormai isolato da ciò che gli sta dintorno. Da questo punto di osservazione privilegiato sarà possibile rivivere il racconto alcuni aspetti della vita sul fiume, quando il percorso da Pratovecchio a Firenze brulicava di umanità, faccende, avvenimenti, storie (inizio ore 18 – ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o  allo 055 5520407).

“In dialogo con Platone su le Cose dell’amore” è invece il titolo dell’incontro, previsto per giovedì 8 settembre a Villa Bardini, che vedrà protagonista il noto filosofo e psicanalista Umberto Galimberti. I suoi studi hanno seguito percorsi complessi con forte attenzione all’insegnamento junghiano. Al centro dei suoi interessi l’uomo che in un mondo dominato dalla tecnica si sente un “mezzo” nell'”universo dei mezzi”, senza poter trovare un senso al suo esistere (ingresso libero con prenotazione info: firenzedallalto1@gmail.com).

Spazio alla musica giovedì 15 settembre dove al Forte di Belvedere l’ensemble fiorentino La Nuova Pippolese – l'”Orchestrina a plettro” si esibirà insieme ad alcuni special guests. Una grande festa di fine estate in compagnia dei più grandi successi della musica popolare fiorentina come “Porta un bacione a Firenze”, “Mattinata fiorentina”, “La canzone della Rificolona”, “Firenze sogna”, “Il walzer della povera gente” e tante altre ancora (inizio ore 19 – ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria – info: firenzedallalto1@gmail.com).

Firenze dall’alto 2021 al Forte di Belvedere – photo credits © Giovanni Savi

Chiude il programma della terza edizione di Firenze dall’alto l’ultima visita guidata con la Cooperativa Archeologia: “Toccando la Cupola del Duomo dalla terrazza del View On Art”, prevista per giovedì 22 settembre. Questa suggestiva terrazza è situata al sesto piano di un edificio storico nel cuore di Firenze, vicinissimo al Duomo e a pochi passi da Piazza della Signoria e dai principali monumenti del centro storico. La terrazza corre “ad elle” sulla sommità del palazzo e offre scorci a 360° sulla città e le colline adiacenti, offrendo una vista suggestiva. Ma la cosa più incredibile è lo scorcio prospettico sul Duomo, la Cupola e il Campanile di Giotto: da qui sembra quasi di toccare le tegole in cotto della Cupola e i marmi che rivestono la Cattedrale (inizio ore 18 – ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o  allo 055 5520407).

Firenze dall’alto rientra fra le quindici grandi rassegne e festival dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze ed è organizzato da LAMA Società Cooperativa – Impresa Sociale, in collaborazione con La Scena Muta e Cooperativa Archeologia, con il brand Enjoy Firenze.

Fine ultimo della rassegna è rendere accessibili luoghi meravigliosi e non usuali proponendo un altro modo di vivere la cultura e la città, amplificando il potere trasformativo dei luoghi e della bellezza sulle persone. Per informazioni, qui la loro pagina Facebook.

Foto di copertina: Firenze dall’alto – photo credits © Nicola Neri

“Non Solo Cinema in Manifattura”, torna l’estate firmata da Fondazione Stensen 

Dal 28 giugno e fino all’8 settembre la piazza dell’Orologio della Manifattura Tabacchi torna a essere una grande arena cinematografica. E non solo. Settanta giorni di proiezioni, incontri, musica, teatro. Torna “Non solo cinema in Manifattura”, il programma estivo a firma di Fondazione Stensen. 

(Finalmente!) senza mascherina obbligatoria, con una platea costruita con ampi spazi, dove è possibile accomodarsi anche distanziati (200 posti a sedere tra cui alcune sdraio e lettini da mare) e un programma continuativo, ogni sera, piano piano si ritorna a quell’esperienza collettiva, condivisa e spensierata quale è quella del cinema.

Per il terzo anno consecutivo la programmazione è a cura della Fondazione Stensen, che aveva iniziato nel 2015 con un’arena gratuita nel giardino del Puccini, poi trasferita con l’inizio dei cantieri nel 2018 nella piazza della ciminiera. Il programma, quest’anno più che mai, vuole essere un laboratorio di cinema e cultura, intercettare pubblici differenti, mettere anche alla prova l’attività del cinema, in grandissimo affanno dopo due anni di pandemia.

Afferma Michele Crocchiola, direttore della Fondazione Stensen: “La varietà e l’ecletticità del programma che anche quest’anno lo Stensen riesce a proporre dentro gli spazi della Manifattura, frutto del lavoro di gruppo di tante persone che lavorano e collaborano con lo Stensen, risponde alla necessità di ricreare spazi di cultura e socialità condivisa. Luoghi che permettano alle persone di interrogarsi sul presente e arricchirsi con proposte che non si trovano nella grande offerta casalinga. Il pubblico del cinema è già cambiato e vede un maggiore coinvolgimento dei più giovani, il nostro compito ora è recuperare l’attenzione di chi è rimasto intimorito dalle condizioni di fruizione del periodo Covid e continuare a lavorare sull’accoglienza degli spazi e su un’offerta il più possibile varia e di qualità. Pensiamo che nonostante tutte le difficoltà, e grazie alla collaborazione di tanti partner, in primis la Manifattura Tabacchi, ci siamo riusciti.” 

Il programma

Si apre martedì 28 giugno con “Finale a sorpresa” di G. Duprat & Mariano Cohn con la coppia Antonio Banderas/Penelope Cruz (commedia irriverente tutta dedicata al mondo del cinema – proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano) e si prosegue nelle settimane successive con alcuni importanti eventi: il documentario sull’Accademia della Crusca, La fabbrica dell’italiano” di Giovanni Ortoleva, l’omaggio al regista Gaspar Noè, enfant terrible del cinema francese, in collaborazione con File, con “Vortex”, in anteprima dato che è ancora in attesa di una distribuzione italiana. Il film è la storia di unacoppia di anziani (lui è Dario Argento, in un inedito ruolo di attore) e del loro rapporto con il figlio adulto. Il film è realizzato in split screen ed è ricco di soluzione estetiche e di regia tipiche del regista anche se racconta una storia semplice e toccante. Non mancano “Top gun – Maverick” di Joseph Kosinski; “Ennio” di Giuseppe Tornatore; “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino e altri successi, accanto alle rassegne più cinefile come “Scelti per voi” a cura di Carlo Pellegrini con “Illusioni perdute” di Xavier Giannoli, “Only the animals” di Dominik Moll (prima fiorentina) e “Ultima notte a Soho” di Edgar Wright.

Tra le novità dello spazio una gelateria Sammontana, ricavata all’interno di un vecchio chiosco proveniente da un bagno della costa tirrenica, e 20 lettini e sdraio griffati “Ultima spiaggia” a disposizione del pubblico che li vorrà usare per un’esperienza di visione differente. Un gioco di parole e di fruizione dei film che esorcizza la crisi della modalità di proiezione pubblica dei film. 

Photo credits © Fondazione Stensen

In cartellone, accanto ai successi della stagione e a molti film più indipendenti, la rassegna dedicata al cinema muto sonorizzato dal vivo. In programma “Inferno”(1911) di Francesco Bertolini, Giuseppe De Liguoro e Adolfo Padovansonorizzato da Letizia Renzini in una versione remix insieme ad un corto dello stesso anno sempre dedicato alla rappresentazione dantescae “Nosferatu” (1921) di Friedrich Wilhelm Murnau sonorizzato da Davide Barbafiera e Tommaso Tanzini, entrambe co-produzioni del Cinema Arsenale di Pisa.

All’interno della rassegna “Cineforum in Manifattura” gli ospiti accompagnano alcuni film tra cui “Revolution of our times” di Kiwi Chow, intenso affresco delle proteste pro democrazia a Hong Kong (interverrà la giornalista de Il Foglio, esperta di Asia, Giulia Pompili), “Diabolik” di Antonio e Marco Manetti (presenti in arena), “14 giorni” di Ivan Cotroneo (presente in arena assieme all’attrice protagonista Carlotta Natoli), “L’angelo dei muri” di Lorenzo Bianchini (prima fiorentina con regista), “One day One day” di Olmo Parenti, prodotto dalla piattaforma d’informazione Will, sulle condizioni degli immigrati nei ghetti dell’Italia meridionale e “Ai confini del male” con il ritorno a Firenze, a distanza di due anni, del regista Vincenzo Alfieri.

Come già negli anni passati la piazza della Manifattura si apre ad altri linguaggi. In programma Laboratorio Puccini, sezione dedicata al teatro promossa dal Teatro Puccini. Previsti tre appuntamenti: “TLON – Lezioni di meraviglia” di e con Andrea Colamedici e Maura Gancitano, dedicato a Franco Battiato; sarà poi la volta di “Matteo Caccia racconta lo storytelling” di e con il giornalista di Radio 24 Matteo Caccia; infine “Alexo” di e con Claudio Morici. La rassegna Letteratura 1922-2022 (progetto dell’Estate Fiorentina a cura di Associazione Music Pool in collaborazione con Fondazione Stensen): musica, teatro, performance, scrittura in 6 appuntamenti in Manifattura, tutti a ingresso gratuito, per uno straordinario omaggio ai grandi della letteratura del Novecento italiano: Luigi Meneghello, Beppe Fenoglio, Pier Paolo Pasolini, Raffaele La Capria, Giorgio Manganelli e Luciano Bianciardi. E ancora l’evento a cura di Lattexplus con il film sull’elettronica al femminile “Sisters with transistors” di Lisa Rovner seguito nella stessa sera dal dj set di Alina Kalaneca.

Biglietti: intero 6€; ridotto 4€ (con circuito Firenze al Cinema, Polimoda, Accademia di Belle Arti, Card Residenti di Manifattura Tabacchi). Prevendite alla cassa in Manifattura ogni giorno dalle 19:30. Per ulteriori informazioni cliccate qui.